Parcheggiare con lo smartphone – innovazioni nel settore auto

Parcheggiare con lo smart­phone – inno­vazioni nel settore auto

Auto elettrica o ibrida, parcheggiare con lo smartphone o con la fotocamera? il settore automobilistico sta vivendo uno sviluppo rapidissimo. i trend attuali più interessanti:

Sterzare per evitare un capriolo? Ma certo!

Che cos'è più pericoloso: Investire un capriolo o uscire di strada nel tentativo di scansarlo? Si spera che domande del genere siano presto obsolete. Perché le auto del futuro saranno in grado non solo di riconoscere gli ostacoli, ma anche di calcolare in modo automatico e sicuro una sterzata brusca, in modo che l’autista non vada a finire né contro il capriolo né contro un abete.

Evitare manovre di parcheggio imbarazzanti

Alcuni lo sanno fare meglio di altri: Infilarsi elegantemente e con poche manovre nei parcheggi più stretti. Per tutti quelli che hanno difficoltà, invece, parcheggiare con lo smartphone o le chiavi dell’auto sarà una liberazione. Il conducente guiderà la sua auto dall’esterno con un telecomando e potrà calcolare le distanze molto più facilmente. Così in futuro si potranno evitare manovre imbarazzanti nel bel mezzo di un pubblico magari sì pronto ad aiutare, ma anche bonariamente divertito.

Telecamere anziché specchietti

L’auto del futuro sarà dotata di più telecamere, ad es. per misurare le distanze o per avviare le manovre di frenata. Ci sono già i primi produttori che stanno pensando di sostituire con telecamere tutti gli specchietti e di trasformare l’intero parabrezza in un display. Vale a dire che avremo davanti un cofano trasparente e, dietro, vista libera persino quando il baule sarà pieno zeppo di bagagli.

La tua auto ti conosce bene

«Oh no, di nuovo il canale radio sbagliato!» Il sedile del conducente, la musica o anche l’aria condizionata oggigiorno devono essere impostati ogni volta da capo, quando più conducenti condividono un veicolo. Nelle auto del futuro queste operazioni non saranno necessarie, perché esse si adatteranno in modo personalizzato a ogni singolo conducente. Questo significa anche che per la madre dalla guida sportiva si attiverà un programma motore diverso da quello per il figlio che ha invece una guida più difensiva.

Basta muovere un dito ed è silenzio

Per i genitori di bambini piccoli un vero sogno: Un piccolo movimento della mano ed è silenzio. Il silenzio automatico da parte dei bambini non sarà possibile neanche nell’auto del futuro, però l’autoradio ubbidirà a un movimento del dito, con il quale si potrà alzare o abbassare il volume. Anche altri elementi, come il tetto scorrevole, reagiranno a un movimento della mano.

In vacanza con l’auto elettrica

Oggigiorno molte persone sono titubanti all’idea di acquistare un’auto elettrica. Temono la brevità delle distanze percorribili, che oltretutto dipendono anche dalla velocità e dalle temperature esterne. Ma i produttori automobilistici lavorano a pieno ritmo per perfezionare la tecnologia delle batterie e della ricarica. Già nel 2020 ci saranno auto con un’autonomia di oltre 500 chilometri, promettono i produttori. A quel punto le auto elettriche non saranno più interessanti soltanto per il traffico cittadino, ma anche per le vacanze.

Consiglio

Innovativa e premiata: Zurich nel 2016 ha lanciato un’assicurazione auto senza sistema dei gradi di premio, vincendo così il Premio Innovazione dell’Assicurazione svizzera. L’assicurazione premia la guida sicura e offre ai clienti molti vantaggi: In caso di sinistro il premio non aumenta automaticamente. Tre anni di guida senza sinistri vengono premiati con 500 franchi svizzeri in meno di franchigia.