Dalla lucciola al cinghiale: così guidate in sicurezza

Dalla lucciola al cinghiale: così guidate in sicurezza

Che cosa c’entra la guida sicura con un cinghiale o una lucciola? Leggete le dieci principali regole di sicurezza e lo scoprirete.

Regola del neon:

Date nell’occhio, quando è il caso. Il giubbotto di sicurezza ci deve essere in ogni auto.

Regola dei due secondi:

Mantenete le distanze: se l’auto davanti a voi ha raggiunto un punto di riferimento, voi dovete raggiungerlo almeno due secondi dopo.

Regola della cinghialessa:

Informate la polizia se avete avuto uno scontro con un animale selvatico come un capriolo, una volpe o un cinghiale.

Regola del faro:

Azionate le quattro frecce se finite in una coda sull’autostrada. In tal modo avvertite le auto che arrivano dopo di voi.

Regola del sonnambulo:

Siate prudenti: i pedoni che guardano il loro smartphone, ascoltano la musica o telefonano, non lo sono affatto.

Regola della lucciola:

Accendete i fari: in Svizzera è obbligatorio guidare con le luci accese. Anche di giorno.

Regola della siesta:

Concedetevi un riposino: la stanchezza al volante è una delle più frequenti cause d’incidente. Un sonnellino di 15 minuti può essere d’aiuto a breve termine.

Regola occhio-alla-testa:

Proteggetevi la testa in modo intelligente: il lato superiore del poggiatesta dovrebbe essere al di sopra delle orecchie, idealmente all’altezza della sommità della testa.

Regola della caduta:

Prendetevela con calma: quando si viaggia a 50 all’ora, l’urto si avverte come una caduta dal terzo piano. Se si va a 80 è già come cadere dal nono piano.

Regola dell’ora di punta:

Siate prudenti soprattutto tra le ore 17.00 e le 8.00 e di venerdì, quando in Svizzera si verifica la maggior parte degli incidenti stradali.