Motociclismo: come vi tutelate dalle conseguenze di un incidente?

Motociclismo: come vi tutelate dalle conseguenze di un incidente?

Avete voglia di andare in moto? Con la giusta assicurazione potete viaggiare senza preoccupazioni. Tuttavia, non è così facile scoprire come assicurarsi nel modo migliore. Qui potete scoprire ciò di cui avete veramente bisogno.

Prima di iniziare, è necessario che siano ben chiari tutti gli aspetti di tecnica assicurativa. Senza l’assicurazione responsabilità civile obbligatoria non potete registrare il vostro veicolo presso l’Ufficio della circolazione. L’assicurazione responsabilità civile copre i danni che voi recate agli altri con il vostro motoveicolo. Ma, a seconda della situazione, potrebbero essere molto convenienti anche assicurazioni complementari.

Assicurazione casco parziale o totale?
Un’assicurazione casco parziale copre i danni al vostro motoveicolo che non avete causato voi stessi. Questi comprendono i danni dovuti a furto, vandalismo (ad es. danni alla vernice causati da bomboletta spray), eventi naturali (ad esempio grandine, caduta di sassi e piene), incendio, rottura vetri (fari compresi), scontri con animali o morsi di martora. L’assicurazione casco totale copre anche i danni al motoveicolo a seguito di incidenti di cui si è responsabili, ad esempio una caduta; pertanto noi consigliamo un’assicurazione casco totale soprattutto per i motoveicoli nuovi.

Tutto sul motoveicolo
Oltre ad assicurare il vostro motoveicolo contro furto o danni da incidente, potete assicurare anche il vostro equipaggiamento di protezione, gli oggetti che portate con voi come smartphone, tablet e navigatore, nonché gli accessori, che sono automaticamente coassicurati fino al 10 percento del prezzo di catalogo. Sono compresi in questa categoria gli elementi che non fanno parte della dotazione standard, ad es. un top case, un portapacchi, supporti e coperture. Con l’assicurazione casco parziale le cose trasportate sono assicurate fino a 5’000 franchi svizzeri. L’equipaggiamento di protezione può essere incluso opzionalmente. L’assicurazione è valida anche se voi (o altre persone del vostro nucleo familiare) utilizzate motoveicoli di terzi.

Assicurazione contro gli infortuni
L’assicurazione contro gli infortuni protegge voi e i passeggeri del vostro motoveicolo dalla conseguenze finanziarie di un incidente. Fornisce prestazioni in caso di decesso, invalidità o incapacità al lavoro temporanea e paga la diaria per degenza durante un ricovero ospedaliero. Sono coperte anche le spese di cura entro cinque anni dal giorno dell’incidente. Nel caso di un trattamento ospedaliero copriamo anche i costi di alloggio nel reparto privato. È inoltre consigliabile una protezione per grave negligenza: in tal modo non dovrete temere riduzioni delle prestazioni, anche nel caso in cui per distrazione passiate con il semaforo rosso.

La miglior protezione è l’assenza di incidenti

Ma la miglior protezione consiste nel prevenire quanto più possibile gli incidenti:

  • Preparatevi psicologicamente prima di ogni viaggio. Ripercorrete mentalmente il percorso e simulate nella vostra testa una situazione difficile o una frenata improvvisa.

  • Non solo il casco, ma anche il resto dell’abbigliamento deve offrire protezione. I protettori su schiena, spalle, glutei e fianchi riducono notevolmente il rischio di fratture. Consigliamo inoltre stivali alti da motociclisti e guanti antiabrasione.

  • Andare in motocicletta comporta forti sollecitazioni di nuca, polsi e dita. Consigliamo quindi esercizi per rafforzare la muscolatura di nuca e collo e un training per le dita, ad esempio con una pallina antistress.

  • La sagoma sottile di un motociclista non è facile da scorgere: indossate quindi vestiti ben visibili e protettori luminosi e tenete sempre acceso il faro a luce anabbagliante.

Altri articoli

Le dieci regole: così guidate in sicurezza

Che cosa c’entra la guida sicura con un cinghiale o una lucciola?

Intervista agli esperti: «Sicurezza alla guida»

Intervista a René Früh, Responsabile esperto di veicolo a motore presso Zurich. Spiega perché guidare un’auto è diventato più sicuro e quali sono i rischi ancora presenti.

Un’ammaccatura durante lo shopping

Quando si parcheggia bisogna tenere d’occhio tante cose contemporaneamente. Chi va di fretta perde spesso di vista qualcosa. Ma chi paga, se qualcosa va storto?