Zurich dà voce ai bambini

Un uomo che legge un libro insieme a due bambini

Zurich dà voce ai bambini

Su incarico del Parlamento svizzero, il Consiglio federale ha il compito di realizzare un Ufficio dell'ombudsman autonomo. Con il suo impegno, Zurich fornisce una soluzione transitoria per coloro che cercano aiuto.
L’APMA, i curatori, i tribunali e la polizia sono a disposizione per aiutare i bambini, fornire loro un supporto e assicurarne i diritti. Ma molto spesso le cose non vanno come dovrebbero. In questi casi interviene l’Ufficio dell'ombudsman per i diritti dell’infanzia in Svizzera. Il personale addetto analizza la situazione insieme ai bambini e valuta quale sia il supporto di cui questi hanno bisogno. Presso l’Ufficio dell'ombudsman per i diritti dell’infanzia in Svizzera i ragazzi e le ragazze ricevono risposte alle loro domande, oppure viene indicato loro dove trovarle. Il personale addetto cerca di fare da mediatore tra il bambino e gli specialisti. I bambini vengono preparati ai colloqui e ricevono informazioni sui loro diritti. Il colloquio è gratuito e riservato.  

Questa offerta è possibile anche grazie all'impegno e al finanziamento di Zurich Svizzera e della Z Zurich Foundation, una fondazione aziendale istituita dai membri di Zurich Insurance Group. I finanziamenti provengono anche dai proventi delle assegnazioni volontarie dei dipendenti di Zurich. Inoltre, l'ombudsman privato è finanziato da contributi volontari della Confederazione e dei Cantoni.  

Si tratta di una soluzione transitoria. Tra alcuni anni l’Ufficio dell'ombudsman diventerà un organo ufficiale della Confederazione, dopo che una mozione in questo senso è stata approvata dai Consigli confederali. Ora tocca al Consiglio federale elaborare un’apposita proposta di legge.  

Coinvolgere l’Ufficio dell’ombudsman dei bambini sin dall’inizio può contribuire fortemente ad alleviare le sofferenze dei bambini coinvolti. Grazie all’impegno di Zurich ciò è già possibile, prima ancora che si trovi una soluzione a livello confederale.