Zurich Svizzera si impegna per la responsabilità digitale

Persona che utilizza uno smartphone per andare online

Zurich Svizzera si impegna per la responsabilità digitale

Il futuro digitale è già qui: tracciamo le nostre attività fisiche con i nostri braccialetti fitness, facciamo shopping online, lavoriamo in reti digitali e ci spediamo denaro tramite cellulare. E quello di cui spesso non siamo coscienti: ogni attività digitale genera anche flussi di dati.
La digitalizzazione crea potenziale per nuovi prodotti in molti settori economici. Questo vale anche per il mondo delle assicurazioni. Così in futuro sarà tecnicamente possibile sviluppare soluzioni assicurative personalizzate e basate sul rischio oppure tenere conto del comportamento individuale nella classificazione tariffaria. Queste nuove possibilità comportano tuttavia anche una nuova responsabilità.

Un gruppo di esperti ha elaborato una Carta dei principi

Per questo un gruppo di esperti interdisciplinare si è confrontato in modo approfondito con il tema della «Responsabilità digitale e solidarietà nell’assicurazione» e ha elaborato una Carta dei principi. Hanno partecipato: Nicole Bertsch, Data Protection Officer presso Zurich Svizzera, e Pirmin Meyer, Head Public Affairs presso Zurich Svizzera. Questo progetto è stato avviato dalla fondazione Sanitas Assicurazione Malattia, ma oltre alle rappresentanti e ai rappresentanti del mondo assicurativo hanno dato il loro contributo anche esperte ed esperti di università, associazioni, protezione dei consumatori e dei dati nonché dei think tank.

I messaggi chiave della Carta dei principi sono: i modelli di assicurazione privata del futuro devono basarsi sulla lealtà e sull’equità del rischio, mentre la solidarietà continua a essere importante. Con integrità e trasparenza si possono proteggere i diritti della personalità delle clienti e dei clienti. Questo consente di prendere decisioni indipendenti e autonome.

Parola chiave «Lealtà»

Dal punto di vista del gruppo di esperti, lealtà significa che le consumatrici e i consumatori possono attendersi un comportamento integro da parte degli assicuratori. Nel contesto delle assicurazioni private, la lealtà è correlata in particolare all’equità del rischio.

Parola chiave «Autonomia»

Autonomia, nel contesto dei servizi basati sui dati, significa che le consumatrici e i consumatori decidono e possono agire sulla base dell’autodeterminazione. A tale scopo devono avere possibilità di scelta e poter valutare le differenze tra varie offerte. Le possibilità di scelta possono riferirsi ai prodotti assicurativi oppure ai servizi, ma anche ai canali di vendita e di comunicazione.

Parola chiave «Trasparenza»

I clienti devono venir informati in modo ben comprensibile sulle modalità con cui le assicurazioni archiviano, utilizzano o inoltrano i loro dati. Inoltre devono poter comprendere in che misura i loro dati vengono presi in considerazione in caso di decisioni e raccomandazioni, quindi ad esempio alla stipulazione di un contratto assicurativo o in caso di prestazioni dell’assicurazione.

Parola chiave «Protezione della personalità»

La digitalizzazione genera una quantità fino ad ora sconosciuta di dati personali, quali dati sulla salute o sul comportamento, come movimenti o comportamenti di guida. Sicurezza dei dati significa che questi dati vengono protetti da manipolazione, perdita, inoltro non autorizzato o esposizione pubblica. Nel contempo è aumentato il rischio di incidenti informatici. È quindi tanto più importante che tutti gli attori si impegnino a favore della sicurezza dei dati.

Altri articoli

Attacchi informatici su auto

Ciò che quasi si ignora è che non solo i computer, ma anche le auto possono diventare il bersaglio degli hacker.
MetroSnap il veicolo di concetto

Mobilità del futuro

Elettrica, modulare, autonoma: la mobilità del futuro è così. Di conseguenza, nasceranno anche nuovi rischi.
cyber attack

8 consigli: Impedire gli attacchi informatici, o ridurne le conseguenze

Sebbene non esista una protezione completa, chi si attiene ai seguenti consigli può comunque ridurre la probabilità di attacchi informatici. O per lo meno ridurne le conseguenze.