Cambiamenti climatici: in Svizzera fa più caldo – e aumentano i rischi

Cambiamenti climatici: in Svizzera fa più caldo – e aumentano i rischi

I cambiamenti climatici sono una realtà. In Svizzera se ne vedono già gli effetti: la frequenza e l’intensità delle piogge torrenziali, delle inondazioni o degli scoscendimenti del terreno è aumentata sensibilmente. Quali sono le conseguenze per tutti noi?

I cambiamenti climatici non conoscono limiti

Il riscaldamento dell’atmosfera terrestre ha conseguenze drammatiche in tutto il mondo: il Bangladesh rischia di rimanere sommerso, il Sahara africano avanza distruggendo preziosi terreni agricoli e nei Caraibi sono sempre più frequenti gli uragani. Ma anche nella zona alpina il clima sta cambiando, ed è un cambiamento così lento da essere praticamente impercettibile. Le temperature medie in Svizzera dal 1970 sono già salite di 1,5 gradi Celsius, con conseguenze importanti: gli esperti della GEOTEST AG avvertono che i ghiacciai perenni sulle Alpi si sposteranno ca. 200 m più in su entro il 2050 secondo la Relazione dell’IPCC e Brennpunkt Klima.

Tante tempeste come non mai

La Svizzera diventa più calda e burrascosa

Quando il ghiaccio perenne si ritira a quote più alte, il problema non è solo estetico. Significa anche che l’intero bilancio idrico sta cambiando, che i ruscelli e i fiumi montani trasportano più detriti verso l’entroterra e anche in pianura i fiumi tendono a tracimare più frequentemente. In montagna aumentano le cadute di pietre, le frane, gli smottamenti e le colate detritiche. Ma il riscaldamento climatico ha anche altre conseguenze: già oggi in Svizzera si registra un numero di tempeste mai osservato prima. In futuro dovremo fare i conti anche con il caldo e la siccità estremi, come già nel 2015.

Laptop sotto l’acqua

Chi vuole proteggersi dai rischi naturali, deve innanzitutto capire quali sono i rischi legati al territorio in cui vive. A questo punto sarà possibile prendere le giuste contromisure. Ad esempio in caso di rischio di inondazioni: l’acqua può provocare danni a mobili, apparecchi elettronici, tappeti, parquet o tappezzeria. Una protezione efficace dalle inondazioni è data da barriere mobili, da applicare alle finestre delle cantine o sugli accessi ai garage. Oppure il condotto dell’aria non deve arrivare ad altezza del pavimento, ma 50 cm sopra. Semplice, ma efficace: posare i cavi elettrici più in alto e conservare tutti i beni preziosi nel sotterraneo sollevati da terra.

Protezione dalle valanghe

Anche in caso di colate detritiche o valanghe ci si può proteggere efficacemente: con un’adeguata rapallizzazione si potranno dormire sonni tranquilli. Viene inserita come un cuneo nella pendenza e può essere inverdita, di modo che diventi praticamente invisibile. Quando una valanga incontra il cuneo, si divide e si sfoga attorno alla casa senza provocare gravi danni.

Il bar finisce sotto l’acqua: che cosa significa per l’attività?

Quando la flotta sprofonda nel fango

I rischi naturali possono anche colpire improvvisamente le aziende, che nei casi peggiori si vedono costrette a chiudere. Riconoscere i rischi e prevenirli è quindi fondamentale per le aziende. Se il ristorante finisce sott’acqua o il parco veicoli nel fango, le conseguenze per la sopravvivenza dell’azienda possono essere devastanti. Ancora peggio dei danni materiali immediati spesso è il fatto di non riuscire a portare avanti l’attività. Infatti, tutti gli imprenditori dovrebbero: analizzare i rischi, comprendere le possibili ripercussioni, attuare misure preventive e verificare regolarmente la copertura assicurativa. Ciò consente di vivere sereni anche quando fuori la pioggia è battente, il fiume più vicino diventa minaccioso e una tempesta muove i coppi sul tetto.

Controllate il vostro rischio individuale

Con il radar dei rischi naturali potrete controllare i rischi legati alla natura cui sono sottoposti i vostri beni – sia che si tratti di un appartamento in affitto, di casa vostra o della vostra azienda. Provatelo: basterà inserire l’indirizzo e dopo pochi clic sarete in grado di capire se la vostra zona è a rischio e come potete proteggerla. Inoltre vi raccomandiamo di controllare la copertura assicurativa per gli edifici, le suppellettili domestiche e l’azienda.