Quando tira aria di tempesta

L'uomo legge il libro con il bambino

Quando tira aria di tempesta

Il vento ha molte facce. Un venticello leggero rinfresca nelle giornate afose. Una brezza fresca fa avanzare le barche a vela. Tuttavia, quando diventa tempestoso, il vento può sprigionare un’intensa forza distruttiva – anche in inverno.

Soprattutto in luglio e in gennaio le tempeste in Svizzera provocano gravi danni. Lo dimostrano le pluriennali statistiche di Zurich. Le tempeste sono causate da differenze di pressione dell’aria, spesso associate a zone caratterizzate da forte bassa pressione. Dal punto di vista meteorologico i venti sono considerati tempesta a partire da una velocità di almeno 75 chilometri orari. Questa definizione è stata fatta propria anche dal settore assicurativo. Dai 117 chilometri orari il vento è considerato uragano. Tuttavia sono possibili anche venti molto più forti: durante l’uragano Lothar nel 1999 i venti hanno raggiunto velocità fino a 272 chilometri orari. 

I climatologi e anche gli assicuratori sanno che il cambiamento climatico aumenta la probabilità di formazione di tempeste estreme. Lo studio Sigma 2019 di Swiss Re mostra che il numero delle catastrofi naturali mondiali dal 1970 è più che triplicato. Anche le tempeste sono aumentate in misura significativa. 

Per proteggersi in caso di tempesta

  • In Svizzera succede spesso che le persone perdano la vita a causa di alberi divelti. In caso di condizioni climatiche inclementi evitate pertanto zone boschive, gruppi di alberi, parchi e viali alberati – anche in automobile.
  • n montagna il vento è spesso molto più forte che a valle. Prima di ogni escursione informatevi sulle condizioni meteo del posto in cui desiderate recarvi. In montagna, infatti, in caso di tempesta il rischio di caduta è molto elevato. Basta una violenta raffica di vento per farvi perdere l’equilibrio.
  • Anche in acqua è pericoloso in caso di tempesta. Tornate quindi il più velocemente possibile sulla terra ferma ed evitate di trattenervi sulla sponda, poiché possono formarsi inaspettatamente onde alte.
  • Persino in città è necessario tenere presente che, in caso di tempesta, possono sollevarsi in aria oggetti o cadere tegole. È quindi preferibile rimanere in luoghi chiusi.
  • Tenetevi a una distanza di sicurezza dai piloni dell’alta tensione. Se infatti si ribaltano, può essere doppiamente pericoloso.
  • Prendete sul serio gli stati d’allerta meteo e informatevi sull’andamento del tempo, ad esempio con l’app push di MeteoSvizzera.

Ecco come proteggere i vostri averi

  • Suggeriamo di mettere in sicurezza, riporre in un luogo protetto dal vento o di portare in casa tutto ciò che non è saldamente fissato su balcone, terrazzo o giardino: vasi di fiori, mobilio da giardino oppure oggetti decorativi.
  • Avvolgete le tende da sole, alzate le tapparelle e chiudete porte e finestre.
  • Se possibile, mettete l’automobile in garage o sotto la tettoia ed evitate viaggi non necessari.
  • E se la tempesta dovesse manifestarsi repentinamente senza darvi il tempo di mettere al sicuro i vostri oggetti, ricordate che la vostra vita e la vostra salute sono più importanti di un vaso di fiori: infatti potete sempre rimettere in ordine quando la tempesta si è placata.

Una buona assicurazione contro le tempeste

Se la tempesta distrugge il vostro divano da giardino o ammacca il vostro barbecue di lusso, l’assicurazione di mobilia domestica paga il riacquisto al valore a nuovo – la franchigia, in caso di danni della natura, è di 500.- franchi svizzeri. In caso di danni all’abitazione, come tegole spostate, nella maggior parte dei Cantoni paga l’assicurazione obbligatoria contro i danni causati dagli elementi naturali/stabili e incendio. Se l’autovettura è stata danneggiata, è la casco parziale dell’assicurazione di veicoli a motore ad assumersi i danni. E se durante la tempesta vengono ferite delle persone, interviene l’assicurazione infortuni di legge.

AquariuZ

Controllate il vostro rischio individuale

Con il radar dei rischi naturali potrete controllare i rischi legati alla natura cui sono sottoposti i vostri beni – sia che si tratti di un appartamento in affitto, di casa vostra o della vostra azienda. Ora in questo strumento trovate anche i rischi terremoto, deflusso superficiale, grandine, tempeste e colate detritiche. Con il radar dei rischi naturali potrete controllare i rischi legati alla natura cui sono sottoposti i vostri beni – sia che si tratti di un appartamento in affitto, di casa vostra o della vostra azienda. Provatelo: basterà inserire l’indirizzo e dopo pochi clic sarete in grado di capire se la vostra zona è a rischio e come potete proteggerla. Inoltre vi raccomandiamo di controllare la copertura assicurativa per gli edifici, le suppellettili domestiche e l’azienda.

 

Altri articoli

Un evento grandinigeno.

Quando piove ghiaccio

I chicchi di grandine possono causare danni devastanti in pochi minuti. Le vittime sono alberi da frutto, vetri delle finestre e soprattutto auto.
Donna in foresta con ombrello.

Il sole nel cuore contro la tristezza invernale

Sono molte le persone che durante la stagione più buia dell’anno vengono colte dalla malinconia. Ecco le cause e le soluzioni al problema.