Caduta di sassi: «cric», e il parabrezza è rotto

La donna ripara una lastra di vetro

Caduta di sassi: «cric», e il parabrezza è rotto

Piccolo sasso, grande danno, tanta fatica? Non per i clienti Zurich: Con Zurich potete sistemare la rottura di vetri in un batter d’occhio.
Lavoro, incarichi e famiglia: al giorno d’oggi, molti vivono una quotidianità frenetica. Ecco perché una caduta di sassi sull’auto­mobile è una seccatura: chi ha tempo di portare l’auto in officina? Per questo Zurich offre ai suoi clienti un servizio top: non dovrete fare assoluta­mente niente.

Caduta di sassi sul parabrezza: cosa bisogna fare?

Per i clienti Zurich la risposta è facile: «quasi niente.» Dovete solamente dichiarare il sinistro e tutto il resto viene sbrigato per voi. Poco dopo la dichiara­zione di sinistro, i nostri specialisti in sinistri vi contattano per fissare un appunta­mento. Le situazioni possono essere diverse, spesso comunque l’esperto può non solo fare un sopralluogo ma anche riparare subito il danno: a casa o nel garage dell’ufficio: l’importante è che il veicolo non sia all’aperto, esposto alle intemperie. Lo specialista in sinistri sarà lieto di assistervi

Il parabrezza si può riparare?

Anche dai danni più piccoli possono formarsi crepe più grandi. Ogni caduta di sassi, quindi, va riparata. Ma non sempre bisogna sostituire tutto il parabrezza. Se il danno al parabrezza non è più grande di una moneta da uno-­due franchi, solitamente basta una riparazione. Lo specialista valuta indivi­dualmente se è possibile una riparazione.

Non è sempre meglio sostituire tutto il parabrezza?

Che si scelga una riparazione o un parabrezza nuovo, dal punto della vista della qualità il risultato è lo stesso. Una riparazione, tuttavia, è più ecologica, perché produce meno rifiuti. Anche dal punto di vista economico è più sensato riparare il parabrezza, quando ciò è possibile. In ogni caso, i clienti Zurich ricevono una garanzia a vita sulla ripara­zione. L’importante è che il para­brezza venga riparato o sostituito da un professionista. Solo in questo modo si può garantire che non si formino nuove crepe. A tal fine, Zurich collabora con il suo partner di lunga data, specializzato in rotture di vetri e leader del mercato svizzero.
ATTENZIONE: non è una buona idea riparare da soli i danni da caduta di sassi con un kit apposito. Per fare riparazioni del genere servono conoscenze e utensili specifici. Le crepe sono talmente piccole che non è possibile pulire in maniera adeguata il parabrezza con i normali detergenti.

Il danno al parabrezza è stato causato da un altro veicolo: chi paga?

Solitamente non è possibile provare che il sinistro è stato causato da un terzo la cui assicura­zione responsa­bilità civile dovrebbe poi pagare. Ci sono alcune rare eccezioni, come ad esempio quando è dimostrato che si è viaggiato troppo veloce­mente sul pietrisco oppure che il sasso è caduto da un autocarro carico. In ogni caso è meglio assicurarsi direttamente contro la rottura vetri tramite un’assicurazione casco.

Assicurarsi correttamente contro la rottura di vetri

L’assicurazione casco parziale fornisce prestazioni in caso di rottura del parabrezza, dei finestrini laterali, del lunotto e del tettuccio panoramico. Per la rottura di altre parti in vetro come fari o frecce, si raccomanda una copertura vetri estesa. 

Altri articoli

Il giorno di shopping

Un’ammaccatura durante lo shopping

Quando si parcheggia bisogna tenere d’occhio tante cose contemporaneamente. Chi va di fretta perde spesso di vista qualcosa. Ma chi paga, se qualcosa va storto?
used car purchase

Cinque consigli per l’acquisto di un veicolo d’occasione

Qui trovate utili consigli per evitare brutte sorprese quando la prima scelta è di seconda mano.

Attacchi informatici su auto

Ciò che quasi si ignora è che non solo i computer, ma anche le auto possono diventare il bersaglio degli hacker.