Animali domestici in auto

Animali domestici in auto

Gli animali domestici fanno parte della famiglia; per questo possono seguire i proprietari anche in vacanza o durante la gita del fine settimana. Nella vita di tutti i giorni, sono occasionalmente anche passeggeri, ad esempio nel tragitto verso il veterinario o la scuola di addestramento. Nessun problema, se si adottano alcune utili precauzioni.

In genere, cani e gatti sono i compagni di viaggio più comuni a bordo dell’auto. Per evitare che il viaggio diventi stressante per la persona o l’animale, è opportuno riflettere accuratamente su come sistemare il proprio amico a quattro zampe nell’automobile e su come pianificare il viaggio. Oltre all’atmosfera piacevole, l’importante è soprattutto la sicurezza – e naturalmente le norme di legge.

Gli animali domestici sono considerati «carico trasportato»

Oggi, dal punto di vista giuridico, gli animali non sono più cose. Dal momento che però la legge federale sulla circolazione stradale non prevede norme specifiche per gli animali domestici trasportati in auto, sotto il profilo giuridico valgono ancora come carico trasportato. Il carico deve essere «collocato in modo che non sia di pericolo né di ostacolo ad alcuno e che non possa cadere», recita la normativa. È evidente che l’animale domestico non deve causare alcun disturbo o impedimento significativo al conducente. Sta al proprietario dell’animale decidere come attuare concretamente queste indicazioni, nel quadro di quanto previsto dalla legge federale sulla protezione degli animali.

Trasportino o cintura?

Non sempre è necessario collocare il cane nel bagagliaio all’interno del trasportino: nei negozi specializzati sono in vendita anche cinture di sicurezza e sedili per cani da sistemare sui sedili posteriori.  Conviene richiedere una consulenza che tenga conto anche del temperamento dell’animale. A differenza dei cani, i gatti tendono a muoversi in macchina durante la guida. Questo può disturbare notevolmente il conducente, rappresenta un pericolo nel traffico stradale ed è punibile con multe. Il modo più sicuro per trasportare il gatto Garfield o la gatta Mimì è quindi con il trasportino, posizionato saldamente nello spazio previsto per i piedi tra i sedili anteriori e quelli posteriori. A proposito: è la collocazione più adatta e sicura anche per le gabbie di piccoli animali e uccelli. 
Prima del viaggio, date la possibilità ai passeggeri animali di prendere confidenza con il trasportino: correrete meno rischi che specialmente i gatti si nascondano in preda al panico alla vista della gabbietta, ritardando così la partenza. Chi sa che il proprio cane o gatto è particolarmente sensibile ai viaggi in auto, può valutare insieme al veterinario la somministrazione di un tranquillante.

Quando il cane diventa un proiettile

Per quanto strano possa sembrare, il trasporto di animali può essere estremamente pericoloso per i passeggeri. Se l’auto si scontra con un ostacolo a una velocità di 50 km/h, un cane del peso di 20 chilogrammi non saldamente assicurato vola attraverso l’abitacolo come una pallottola, con una forza di oltre mezza tonnellata. Non serve molta fantasia per immaginare quale impatto questo possa avere sui passeggeri. Per questo è fondamentale posizionare gli animali in sicurezza. Una grata o rete divisoria tra la zona di carico e l’abitacolo riduce il rischio di «cani volanti». Fra l’altro, queste misure di sicurezza andrebbero adottate anche su brevi tratti.

Anche gli animali non sono supereroi

Dopo un’ora/un’ora e mezza è il caso di fare una sosta, in modo che gli animali possano muoversi, camminare, mangiare e bere. Il bagaglio deve includere mangime per animali, acqua e una ciotola per il cibo. E ovviamente una quantità sufficiente di snack con i quali tranquillizzare o premiare il vostro cane o gatto. Guidate in modo prudente, evitando brusche frenate e manovre di accelerazione che rischiano di stressare ulteriormente l’animale. Se doveste notare comunque un comportamento strano, è consigliabile fermarsi immediatamente per capire qual è il problema.

Lasciare gli animali in macchina – Un tema «bollente»

Un tema letteralmente bollente è quello del lasciare gli animali in auto. Nonostante il clima esterno sia mite e gradevole, le temperature all’interno dell’auto parcheggiata sotto il sole possono aumentare molto rapidamente. Anche lasciare un finestrino socchiuso aiuta ben poco. Sono molti i casi in cui il calore dell’auto si è rivelato una trappola mortale per gli animali, che possono riportare un colpo di calore fatale anche nel giro di pochi minuti. Oltre a soffrirne personalmente, il proprietario dell’animale potrebbe anche essere perseguito legalmente per questo. Dopotutto, la legge federale sulla protezione degli animali li tutela anche in viaggio.
A proposito di protezione: come modulo complementare alla vostra assicurazione di veicoli a motore, potete stipulare un’assicurazione infortuni degli occupanti; quella di Zurich copre ad esempio anche le spese di cura del vostro animale domestico a seguito di un infortunio della circolazione.

Altri paesi, altre leggi

Se viaggiate all’estero con un animale, dovrete informarvi in tempo utile sulle disposizioni in vigore. Per fare un esempio, i cani di alcune razze non possono entrare in Danimarca. In ogni caso, dovreste essere sempre muniti di un certificato di vaccinazione per ogni animale trasportato e chiarire se è sufficiente il vaccino contro la rabbia o se è richiesto anche contro altre malattie.
Che siate diretti al supermercato o stiate partendo per una vacanza all’estero, chiedetevi sempre se il viaggio è consigliabile anche per il vostro animale. Alcuni amici a quattro zampe sono dei veri giramondo, mentre altri preferiscono restarsene tranquilli con un simpatico vicino di casa, in compagnia di una gentile cat-sitter o presso una buona pensione per animali. Oltre a garantirvi un viaggio senza preoccupazioni, potrebbe anche essere un interessante diversivo per il vostro cane o gatto.

Viaggiare sicuri in auto in compagnia di animali domestici

  • Posizionate in sicurezza gli animali trasportati a bordo dell’auto. Sfruttate la gamma di sistemi di sicurezza in commercio, come trasportini, cinture di sicurezza, sedili per cani o sistemi divisori.
  • Per viaggiare oltre i confini nazionali, dovete essere muniti di certificato di vaccinazione.
  • Informatevi sulle norme di ingresso e di trasporto in vigore nei paesi di destinazione o di transito.
  • Fate pause frequenti in modo che i cani possano muoversi e camminare.
  • Durante i lunghi viaggi, premiate il vostro animale con i suoi snack preferiti.
  • Portate con voi la coperta e il giocattolo preferiti del vostro animale domestico: la familiarità riduce lo stress.
  • Guidate con prudenza: uno stile di guida tranquillo limita lo stress anche per gli animali.
  • Non lasciate mai gli animali domestici in auto sotto il sole.
  • Posizionate in sicurezza gli animali all’interno del veicolo anche su brevi tratte.
  • Non dimenticate che, in caso di incidente, le prestazioni assicurate possono essere ridotte per colpa grave se gli animali non sono adeguatamente protetti.