Importare un’auto in Svizzera: i quattro passaggi per ottenere l’autorizzazione

Importazione auto in Svizzera

Importare un’auto in Svizzera: i quattro passaggi per ottenere l’autorizzazione

Sonja vive a Cantù e lavora a Lugano. Ogni giorno va al lavoro in macchina. 45 minuti per andare e 45 per tornare, quando non c’è coda. Sono sette ore e mezza alla settimana. Troppe. Ecco perché Sonja vuole andare a vivere con il suo partner Peter, che abita in Svizzera, a soli cinque minuti da dove lei lavora. Vorrebbe portare in Svizzera anche la sua VW Golf 7, sempre potendo permettersi l’importazione del veicolo.

Passaggio 1: dichiarare l’auto da importare

Chi si trasferisce in Svizzera e vuole importare il proprio veicolo in via definitiva, è tenuto a dichiararlo spontaneamente presso la dogana svizzera. L’importazione di automobili richiede la seguente documentazione:

  • dichiarazione doganale elettronica e-dec web
  • fattura o contratto di compravendita
  • licenza di circolazione o certificato di immatricolazione (anche se non più validi)
  • passaporto o carta di identità
  • prova dell’origine per i veicoli non importati dall’UE

Per ulteriori informazioni: sul sito web dell’Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini UDSC è disponibile una panoramica di tutte le formalità necessarie per l’importazione definitiva di veicoli in Svizzera.

Passaggio 2: sdoganare l’auto

Utilizzando il formulario EUR.1 potete importare la vostra automobile in franchigia dall’UE. Per l’importazione in franchigia da un paese con accordi di libero scambio è necessaria la prova dell’origine che ne attesti la provenienza. Se importate il veicolo da un altro stato, pagherete per la vostra automobile da 12 a 15 CHF per 100 chilogrammi di peso a vuoto, indipendentemente dal fatto che sia un veicolo usato o un’automobile nuova. Inoltre, è previsto il pagamento di tasse, imposte e tributi:

  • l’imposta sugli autoveicoli pari al 4% dell’attuale valore del veicolo,
  • l’imposta sull’importazione, ossia l’imposta sul valore aggiunto, pari al 7,7% del prezzo di acquisto (fattura o contratto di compravendita),
  • la tassa sul CO2 per le automobili, se il veicolo emette una quantità eccessiva di biossido di carbonio e
  • CHF 20 per il rapporto di perizia prova dell’imposizione, che attesti lo sdoganamento e l’ammissione alla circolazione.

Un consiglio: di norma i dazi all’importazione vanno pagati direttamente presso l’ufficio doganale. Per sicurezza, munitevi di sufficiente denaro contante. Non tutti gli uffici doganali accettano carte di credito.

Passaggio 3: presentare l’auto

Con il rapporto di perizia dell’ufficio doganale (formulario 13.20 A) potete presentare e registrare l’auto presso il vostro Ufficio della circolazione. Prima del controllo del veicolo a motore dovete però portare la vostra automobile presso un’officina autorizzata per il test dei gas di scarico. Il test costa circa CHF 100, il controllo del veicolo a motore circa CHF 60 a seconda del Cantone di domicilio. Se la vostra auto supera tutti i controlli ed è assicurata correttamente, vi vengono consegnati la licenza di circolazione e i numeri di targa.

Passaggio 4: assicurare l’auto

In Svizzera l’assicurazione responsabilità civile auto è obbligatoria. Se non siete muniti della licenza di circolazione di una compagnia assicurativa, l’Ufficio della circolazione non vi fornirà alcuna autorizzazione per il vostro veicolo. L’assicurazione responsabilità civile auto copre i sinistri a veicoli di terzi, a persone o cose da voi provocati quando siete in automobile. Il premio è calcolabile online in tutta semplicità. Con un’assicurazione casco parziale o totale facoltativa beneficiate di una protezione ancora più ampia.

Leggete in questo articolo del blog come immatricolare correttamente il vostro veicolo. 

Ecco quanto costa importare un’automobile

Sonja vuole sapere quanto costerà grossomodo l’importazione d’Italia prima di decidere se importare definitivamente la sua Golf in Svizzera. Ha acquistato l’automobile nuova al prezzo di CHF 16’975 e ora il veicolo ne vale CHF 7’000. Italia è nell’UE, perciò può importare l’auto in franchigia. Questo è il conto di Sonja:

Imposta sugli autoveicoli
4% di CHF 7’000 CHF 280
Rapporto di perizia
  CHF 20
Imposta sul valore aggiunto
7,7% di CHF 16’975  CHF 1’300
Test dei gas di scarico
  CHF 100
Controllo del veicolo a motore
  CHF 60
    CHF 1’760

Esempio di calcolo. Gli importi effettivi possono discostarsi dalle cifre riportate nell’esempio.

Conclusione: importare l’auto è una scelta opportuna?

Solitamente l’importazione è meno costosa di una vendita all’estero e dell’acquisto di un’auto in Svizzera. Per il ricavato della vendita e i costi dell’importazione sarebbe impossibile ottenere un’auto analoga, anche nel caso in cui doveste sdoganarla. Una Golf 7, ad esempio, ha un peso a vuoto di 1’205 chilogrammi. Vi costerebbe al massimo  CHF 195 in più (13 × 15 CHF). E se anche voi come Sonja siete legati alla vostra auto, vi conviene senz’altro importarla nella vostra nuova patria svizzera.

Altri articoli

Una donna è in piedi davanti alla sua auto e allarga le braccia.

Come registrare un veicolo senza problemi

Prima di partire con il vostro nuovo veicolo, dovete immatricolarlo presso l’Ufficio della circolazione. Nella nostra guida scoprite come farlo senza problemi.
Un'auto parcheggiata davanti Zurich Help Point

In tutta tranquillità grazie agli Zurich Help Point

Molti clienti sono felici quando in caso di sinistro lo Zurich Help Point organizza per loro la riparazione del veicolo.
used car purchase

Cinque consigli per l’acquisto di un veicolo d’occasione

Qui trovate utili consigli per evitare brutte sorprese quando la prima scelta è di seconda mano.