Iniziare al meglio la stagione delle due ruote

Ciclista su strada

Iniziare al meglio la stagione delle due ruote

Quando in primavera le temperature cominciano a salire, molti appassionati rispolverano le loro bici e salgono nuovamente in sella. Per iniziare al meglio la stagione delle due ruote conviene sempre sottoporre la propria bici a un check-up completo: la pressione delle gomme è ok? La catena è ben oliata? Luci e freni funzionano bene?
Che sia una mountain bike, una bici da corsa o una e-bike, ogni due ruote ha bisogno di un minimo di manutenzione. In linea di principio vale quanto segue: una buona cura riduce l’usura e preserva il portamonete. Prima di risalire in sella è necessario sottoporre qualsiasi bici almeno a due controlli: gomme e freni.

Ecco come preparare la vostra bici alla primavera.

  • Gomme di qualità sono garanzia di un viaggio sicuro. Lo spessore ottimale del battistrada deve essere ben visibile. In caso contrario, è necessario acquistare nuove gomme. E come la mettiamo con la pressione delle gomme? La pressione consigliata delle gomme dipende dal tipo di bici. I valori minimi e massimi sono solitamente riportati sulla gomma. In linea generale vale il principio secondo cui meno aria c’è, maggiore è la tenuta per esempio su fondi stradali naturali e quindi maggiore è il comfort. E viceversa: quanta più aria c’è, tanto più si riduce la resistenza al rotolamento e quindi il rischio di guasto.
  • Se cigolano, i freni potrebbero non funzionare a dovere. Controllare se sulle pastiglie dei freni ci sia materiale a sufficienza. Per controllare i freni a disco è preferibile utilizzare una torcia per illuminare bene lo spazio tra il disco e il rivestimento dei freni. Per verificarne il funzionamento, la cosa migliore è sollevare la ruota, farla ruotare bene e tirare energicamente i freni. La ruota dovrebbe fermarsi rapidamente e silenziosamente. Attenzione durante la manutenzione: tenere lontano l’olio dal disco dei freni, poiché l’olio compromette il funzionamento dei freni, creando una situazione di pericolo.

Oltre ai controlli assolutamente necessari, vi sono anche altri importanti controlli e misure preventive:

  • Luci: il cavo è fissato sia al mozzo dinamo sia alla lampadina? In caso contrario, le luci non funzionano e possono rendere pericoloso circolare in bici. 
  • Viti: tutte le viti di manubrio, sella, manovella e pedali sono fissate bene? Importante: chi ha dei cestini sulla bici deve controllare anche le viti dei parafanghi e sotto al cestino.       
  • Catena: per la parte più importante della bici vale in linea generale quanto segue: una catena dall’aspetto chiaro con il metallo brillante è di gran lunga preferibile. Prima della prima uscita primaverile la bici andrebbe assolutamente pulita e oliata. La cosa migliore è pulirla con un panno e del detergente per catene. La presenza di macchie marroni o di ruggine sulla catena richiede un consulto in officina.
  • Pulizia: particolarmente indicati sono i detergenti per bici oppure i detersivi per piatti diluiti. Non esagerare tuttavia con l’acqua  ed evitare di utilizzare l’idropulitrice o il tubo da giardino. Ci sono dei punti che non andrebbero mai puliti con l’acqua, per esempio i freni, la catena o le pedivelle dell’asse della ruota.

Pronti, via: in forma sulle due ruote!

Il primo giro in bici dopo la pausa estiva può essere molto faticoso. Daniel Schefer, fondatore della Swiss Bike School, sottolinea quanto sia importante iniziare l’allenamento lentamente e senza esagerare. Una pianificazione ben ponderata è fondamentale: iniziate con giri in giornata poco faticosi e aumentate progressivamente la distanza per migliorare le condizioni di base. L’ideale è fare un’uscita in bici di 20 km due volte alla settimana. In primavera si raccomanda di indossare guanti e abiti caldi per evitare problemi articolari! Mai dimenticare una protezione antipioggia, se il maltempo dovesse cogliervi di sorpresa. E ricordarsi sempre di stendere tronco e schiena prima e dopo il giro. Una volta raggiunta la condizione di base, è possibile affinare la tecnica, per esempio con un’esercitazione di equilibrio e abilità. Per una maggiore sicurezza e divertimento, si consiglia di frequentare un corso di sicurezza alla guida o di tecnica sulle due ruote presso la Swiss Bike School.

L’importanza di una regolare manutenzione

Gomme e catena vanno controllate regolarmente. Le ruote andrebbero gonfiate almeno una volta al mese. Per tutti coloro che sono spesso in giro, si consigliano le cosiddette gomme «imperforabili». Grazie alla particolare struttura, gli oggetti appuntiti non possono danneggiare la camera d’aria delle biciclette: una praticità assoluta! La catena dovrebbe essere pulita con una spazzola apposita e oliata leggermente. Quanto più è sotto sforzo, tanto più si tende. Se non viene sostituita per tempo, può danneggiare la corona dentata posteriore, che costa molto di più rispetto a una catena nuova. Pertanto ogni ciclista che si rispetti dovrebbe controllarla regolarmente.

I suggerimenti più importanti

Daniel Schefer
Daniel Schefer, fondatore di Swiss Bike School, www.bikeschool.ch
«Almeno una volta all’anno consiglio di far controllare la bici da uno specialista, per escludere la presenza di difetti tecnici. I costi di un servizio di questo tipo sono contenuti. Freni intatti, una catena oliata e luci ben funzionanti sono fondamentali, poiché la sicurezza viene prima di tutto. Potete così pianificare in tutta tranquillità il vostro primo giro primaverile, in mountain bike, sulla bici da corsa o in e-bike. E non dimenticate di fare controllare di tanto in tanto anche il casco: anche in questo caso il rivenditore specializzato sarà lieto di darvi una mano.»

Altri articoli

Bici in movimento

In mountain bike? Ma sicuro!

Andare in mountain bike rende felici! Ma questo divertimento sulle due ruote non è del tutto privo di rischi. Daniel Schefer, fondatore della Swiss Bike School, vi illustra ciò che conta.
Le coppie si siedono sul banco accanto alle loro bici da corsa

«Riconoscere i pericoli per evitarli»

Nell’intervista Severin Schefer della Swiss Bike School dà consigli sulla sicurezza dei ciclisti con la bicicletta da corsa.

Biciclette elettriche: un pericolo sottovalutato

Fortunato chi possiede una bicicletta elettrica. Ma attenzione: le biciclette elettriche sono tra i mezzi di trasporto più pericolosi.